Acerola e Guaranà

Mai sentito parlare di acerola e guaranà? Si tratta di due piante provenienti dal Sudamerica che vantano numerose proprietà benefiche. Il frutto dell’acerola, per esempio, è considerato tra i tre frutti che contengono maggiore quantità di vitamina C. Il frutto del guaranà, invece, essendo un frutto ricco di caffeina, ha un effetto stimolante su corpo e mente. Vanta proprietà toniche, energizzanti e rivitalizzanti. In questo articolo approfondiamo l’argomento, spiegando perché uno sportivo non dovrebbe più fare a meno di acerola e guaranà!


Erroneamente poco conosciuti e utilizzati, sia l’acerola che il guaranà sono due frutti che vantano numerose proprietà benefiche. Oggi capiamo perchè fanno bene al nostro organismo e perchè dobbiamo assolutamente iniziare a introdurli nella nostra alimentazione.  

  • Pianta dell’Acerola

Origine: America Centrale, probabilmente orginaria della penisola dello Yucatan, da dove si è estesa poi nelle Antille e nel resto dell’America latina prima di diffondersi negli altri continenti.
Forma del frutto: Il frutto dell’acerola ha la forma di una ciliegia. Per questo viene chiamata “ciliegia delle Barbados”.
Proprietà del frutto: l’acerola custodisce spicchi dal sapore leggermente acidulo contenenti una quantità di vitamina C superiore rispetto alle arance. L’acerola contiene anche provitamina A, una buona quantità di vitamine B1,B2,B3,B5,B6 e sali minerali.
Benefici del frutto: Azione antiossidante, grazie all’elevato quantitativo  di vitamina C. Azione diuretica e astringente, aiuta a riequilibrare le funzioni intestinali favorendo l’espulsione dei liquidi in eccesso. Un vero toccasana nei casi di influenza intestinale. Aiuta in caso di raffreddore e sintomi influenzali, grazie alla sua composizione chimica viene consigliato durante la convalescenza da influenza e sindrome da raffreddamento. Azione energizzante e tonica sull’organismo i frutti dell’acerola sono ideali per chi pratica sport, per chi studia ma anche per chi versa in condizioni di stress, astenia e affaticamento fisico.

  • Pianta del Guaranà

Origine: Sud-America, proveniente dalle regioni della foresta amazzonica, tipica di Paesi come il Venezuela ed il Brasile. 
Forma del frutto: il frutto del Guaranà ha un colore rosso acceso e racchiude all’interno uno o più semi neri rivestiti da una peluria bianca; la conformazione delle bacche appena schiuse somigliano ad un bulbo oculare. Da qui il nome “warana” che, nell’idioma locale, significa “frutto simile ad occhi”. 
Proprietà del frutto: i semi del frutto di guaranà sono ricchi di guaranina, molecola di caffeina che viene assorbita più lentamente rispetto alla caffeina pura; questo consente di rendere più duraturi i suoi benefici. Oltre alla caffeina, nei semi del frutto, sono ravvisabili  piccole quantità di teofillina e teobromina, anch’esse sostanze ad azione stimolante, tannini e catechine, molecole antiossidanti.
Benefici del frutto: effetto stimolante, energizzante e anti-fatica. In ambito sportivo, gli estratti di guaranà vengono impiegati per migliorare la capacità di resistenza allo sforzo fisico. Aiuta la concentrazione: è consigliato a chi studia per incrementare l’attenzione.


L’integratore alimentare non è un sostitutivo di uno stile di vita sano. Ricordati di consultare sempre il tuo medico di base.