fbpx
pancia gonfia

Chi non ha mai avuto la pancia gonfia alzi la mano!

La pancia gonfia è una di quelle condizioni che si presentano spesso durante i periodi di stress e di transizione da un regime alimentare ad un altro.

È un sintomo passeggero ma, a volte, il gonfiore addominale potrebbe indicare qualche problema più serio.

Scopriamo cosa è la “pancia gonfia”, perché viene e quali sono gli alimenti che la fanno passare.

Pancia gonfia: cosa significa e perché viene

Come abbiamo detto, la maggior parte delle volte la pancia gonfia è un sintomo passeggero che si presenta dopo un pasto abbondante, un aumento di peso, un cambio di alimentazione o uno spostamento geografico verso un posto con “aria diversa” rispetto quella a cui siamo abituati.

Per le donne, non dimentichiamo che, la pancia gonfia è anche uno dei sintomi della sindrome premestruale o della menopausa. Quando, però, il gonfiore è accompagnato da dolori acuti, si potrebbe iniziare a pensare a intolleranze alimentari, appendiciti o altre patologie più serie.

Noi di Pensa Benessere consigliamo sempre di rivolgersi al proprio medico curante in caso di dolori persistenti.

3 COSE DA NON FARE

Quando si ha la pancia gonfia ci sono alcune cose che è bene evitare. Quali?

Evitare le abbuffate: preferire alimenti semplici e non troppo grassi, masticati a lungo e ingeriti con calma.

Non utilizzare lassativi per sgonfiarsi.

Non coricarsi subito dopo i pasti, bensì preferire una passeggiata o rimanere in posizione seduta.

5 alimenti per evitare di avere la pancia gonfia

Quali alimenti sono consigliati per avere una pancia piatta e non gonfia?

1.      Alimenti integrali, come pasta o riso che, essendo ricchi di fibre hanno anche un alto potere saziante.

2.       Finocchi, perché hanno un naturale potere digestivo.

3.       Menta che, grazie alle sua caratteristiche nutritive diminuisce la fermentazione.

4.       Mele aiutano a regolare la fermentazione all’interno dell’intestino.

5.       Mirtilli, oltre ad essere antiossidanti naturali, hanno anch’essi la capacità di arrestare i processi di fermentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *