Pomodoro

L’estate è la stagione dei pomodori: colorati, saporiti, light. Sono l’ingrediente base di moltissime preparazioni culinarie, i protagonisti di ogni sugo che si rispetti e ottimi alleati del benessere. Ecco quali e perché sceglierli per sfruttarne al meglio tutte le qualità.

Ramato, zebrino, ciliegino cocktail rosso, camone, marinda, ciliegino giallo: ecco alcune delle tante varietà dei pomodori che si possono portare sulla tavola in questa stagione, non solo come condimento o companatico di sughi freschi e saporiti, ma anche come succo per aperitivi alternativi e salutari. Vediamo insieme le caratteristiche di tutte le varietà:


Pomodoro ramato: 
liscio e di forma rotonda, saporito e polposo, facile da sbucciare.
Perfetto per insalate, sughi, verdure stufate. Consigliamo di tagliare a metà il ramato e farcirlo a crudo con tonno, uova sode e capperi.
Da conservare in frigorifero non più di sei giorni.

Pomodoro zebrino: ottima consistenza e sapore deciso, ha un elevatissimo contenuto di licopene. Perfetto per sughi, insalate, piatti decorativi. Consigliamo di tagliare gli zebrini a fettine e cuocerli in forno, frullarli con 1 cucchiaino di zucchero per 200g di prodotto, 1 cucchiaino di aceto, sale, pepe e senape.
Da conservare: in frigorifero per sette giorni.

Pomodoro ciliegino cocktail rosso: dolce di sapore, crudo è buonissimo, apporta pochissime calorie, contiene tante vitamine (gruppo B, C ed E) e molti minerali fondamentali per l’organismo. Perfetto per spiedini con mozzarelline, insalata, sugo e salse con il pesce. Consigliamo di tagliare a metà i cliegini, condirli con zucchero e sale, cuocerli al forno a 100° finché il sughetto sarà caramellato.
Da conservare in frigorifero una settimana.

Pomodoro camone: dolce e saporito, ha la polpa croccante. Perfetto per insalate, salse dal gusto deciso o accompagnamento di piatti di carne e pesce. Il consiglio è di tagliare i camoni a spicchi sottili e aggiungerli ai fusili freddi, con la feta e qualche goccia di aceto balsamico.
Da conservare in frigorifero per 10 giorni. Fuori dal frigorifero vanno consumati dopo 4/5 giorni.

Pomodoro marinda: varietà poco diffusa, ha un sapore dolce e saporito.
Perfetto per insalate. Consigliamo di unire il pomodoro in insalate con avocado, carote e rape bianche, crude tagliate a julienne.
Da conservare in frigorifero per una settimana, fuori vanno consumati dopo 4 giorni.

Pomodoro ciliegino giallo: variante alternativa a quello rosso, è una miniera di salute grazie al licopene. Perfetto per insalate, sughi crudi o abbinato al pesce. Consigliamo di preparare un’insalata mischiando i ciliegini gialli con quelli rossi e condire con foglie di menta.
Da conservare in frigorifero al massimo per 5/6 giorni.

Non solo in veste di ingrediente per insalate, contorno o sugo, il pomodoro si presta benissimo a diventare la bevanda per un aperitivo salutare. Secondo uno studio pubblicato su “Food Science and Nutrition” (rivista americana): un bicchiere di succo al pomodoro senza sale riduce la pressione arteriosa di quattro punti.
Riconosciuti non solo per il loro sapore inconfondibile, quindi, i pomodori sono ortaggi ricchi di proprietà salutari (ipocalorici e diuretici, ricchi di vitamina C e potassio). Sono anche un toccasana per la salute della pellegrazie al licopene, un carotenoide riconosciuto per contrastare i radicali liberi, donando un effetto anti-aging naturale.

Scopri di piùMagnesio assoluto

L’integratore alimentare non è un sostitutivo di uno stile di vita sano. Ricordati di consultare sempre il tuo medico di base.