Dieta mediterranea

“Mangiare la pasta di sera fa ingrassare”, “il burro è più grasso dell’olio”, “le uova sono pesanti da digerire”: quante volte ci siamo sentiti ripetere queste cose? Tante, tantissime. Si tratta dei cosiddetti falsi miti alimentari, quelle convinzioni che prendiamo per certe ma che vere non sono. Ecco allora una lista utile per aiutarci a sfatarne alcune.

I falsi miti alimentari? Ne siamo bombardati e indirettamente condizionati quotidianamente. Credenze che prendiamo per vere solo perché “me l’ha detto la mia amica a cui l’ha detto il nutrizionista”, ma senza averne effettivamente la certezza.  Su questo punto aveva ragione Ancel Keys – fisiologo americano e testimonial della dieta mediterranea – quando diceva che “a mettere in circolazione un falso mito alimentare è sufficiente un giorno, ma per smentirlo non bastano dieci anni”.

Eppure basterebbe tenere a mente una sola regola preziosa “mangiare poco di tutto senza esagerare”. È proprio in questo che risiede il segreto!

Ecco allora qualche bufala da sfatare per goderci, in tutta tranquillità, pranzo e cena.


1)Gli estratti e le centrifughe sostituiscono la frutta
Pensare di sostituire la frutta con estratti e centrifughe è un errore comune. Con queste bevande, infatti, si tende a perdere buona parte della frutta: la fibra per esempio, e certi effetti importanti e benefici come la detersione dei denti o il senso di sazietà.


2)Lo zucchero di canna fai ingrassare meno dello zucchero bianco
Hanno entrambi le stesse calorie. Il vantaggio in più dello zucchero bruno? Il fatto che si sciolga solo parzialmente e che, quindi, se ne consumi solo in parte.


3) Mangiare la pasta di sera fa ingrassare
Una delle credenze più pompate sul web. Se è vero che è bene mantenersi leggeri la sera, è anche vero che questa è una regola che vale per tutti gli alimenti e non solo per la pasta. Il fatto di prendere sempre come “colpevoli” e “nemici della linea” i carboidrati, infatti, è una moda da abbattere.


4) Bere acqua e limone fa dimagrire
Questa è una pratica derivata dalla medicina ayurvedica. Non c’è alcuna evidenza scientifica in materia.


5) Cioccolato e salumi provano acne
A provocare l’acne sono i fattori ormonali e il sistema nervoso, non il cibo. Non è un caso che questo inestetismo si presenti in forme più pesanti negli studenti sotto esame, quando lo stress è maggiore.


6) Il fritto fa ingrassare
Consumare la frittura in quantità moderata non nuoce alla salute ma nemmeno alla bilancia. La cosa importante, però, è usare alcuni validi accorgimenti: friggere nell’olio extravergine d’oliva, mantenere la temperatura dell’olio vicino ai 180°C, friggere un poco alla volta ed asciugare gli alimenti su carta assorbente. In tal modo la riduzione dell’assorbimento dei grassi è garantita. Quindi sì: friggere non è diabolico e mangiare una buona frittura ogni tanto non “nuoce gravemente alla salute”.