Quinoa

Ingrediente chiave di zuppe e minestre vegetariane, la quinoa è molto usata anche come accompagnamento a carne e verdure. Gustosa, ma non solo: questo “finto cereale” – non appartiene infatti alla famiglia delle graminacee – è ricco di interessanti proprietà benefiche e di nutrienti preziosi per il funzionamento del nostro organismo.

Nessuna dieta vegetariana (o vegana) che si rispetti può fare a meno della quinoa: gustosa, versatile in cucina e dalle ottime proprietà nutrizionali, è anche ricca di benefici per la nostra salute.

Ma cos’è di preciso la quinoa? Si tratta del seme di una pianta erbacea della famiglia delle Chenopodiaceae, di cui fanno parte anche spinaci e barbabietole. È importante chiarire che non si tratta un vero e proprio cereale, perché non appartiene alla famiglia delle graminacee: potremmo dire che la quinoa è uno “pseudo-cereale”, perché di fatto è un seme che viene trattato e mangiato come se fosse un cereale.

Molto amata dal popolo Inca, che la definiva “la madre di tutti i cereali” e la riteneva un cibo sacro, la quinoa è ricchissima di proteine, fibre e minerali ed è priva di glutine, risultando quindi un’ottima scelta anche per i celiaci. A causa del suo alto contenuto proteico la quinoa è una valida alternativa agli alimenti di origine animale: proprio per questo è irrinunciabile nelle diete vegane e vegetariane.

Bianca, rossa o nera, qualsiasi varietà di quinoa si contraddistingue per un elevato apporto di nutrienti preziosi. Questo “finto cereale” è un vero mix di benessere, perché contiene grandi quantità di fibre, proteine vegetali e sali minerali, come ferro, zinco, magnesio e fosforo. È anche ricca di numerose vitamine, come la vitamina E e la vitamina C, particolarmente indicata in questo periodo perché contrasta raffreddore e influenza, rafforzando il sistema immunitario. La quinoa contiene anche due amminoacidi essenziali, molto importanti per il buon funzionamento dell’organismo: lisina e metionina. Quest’ultima, in particolare, è coinvolta nel metabolismo dell’insulina e aiuta ad abbassare il livello degli zuccheri nel sangue.

Il suo sapore delicato si sposa con un gran numero di preparazioni, da zuppe e minestre invernali a fresche insalate, fino ad arrivare anche ai dolci. Ideale come accompagnamento per carni o verdure, per esaltare al meglio il sapore della quinoa si consiglia di tostarne i semi prima di procedere alla loro bollitura.

Aggiungiamo la quinoa nella nostra dieta anche se ci sentiamo particolarmente spossati o giù di tono: con ben 360 kcal per 100 grammi è infatti un alimento molto energizzante, perfetto per ritrovare la giusta carica!