Influenza

Durante l’autunno è facile venire colpiti dai tipici disturbi stagionali, complici le temperature esterne sempre più basse e i fastidiosi sbalzi di temperatura che caratterizzano questa stagione. Può essere utile rafforzare in modo naturale il sistema immunitario dei più piccoli, per renderli meno vulnerabili all’attacco di virus e batteri. 

In autunno è molto comune prendere il raffreddore o l’influenza, ma i bambini – soprattutto quelli fino ai 10 anni – sono generalmente più a rischio, perché hanno un sistema immunitario non ancora completamente sviluppato. Non solo il loro organismo è ancora immaturo dal punto di vista delle difese immunitarie, ma sono anche maggiormente esposti a virus e batteri, che proliferano negli ambienti chiusi e affollati frequentati dai più piccoli, come scuole e asili.

Come fare quindi per rafforzare in modo naturale le difese dei bambini? La natura ci viene in aiuto con alcuni prodotti dalle proprietà anti-infiammatorie, ottime per prevenire i tipici disturbi stagionali. Ad esempio l’echinacea, una pianta medicinale, è un ottimo rimedio naturale contro il raffreddore e gli stati influenzali, grazie alle sue proprietà immunostimolanti e antivirali, mentre il ribes nero è ricco di proprietà anti-infiammatorie e decongestionanti.

L’alimentazione è fondamentale per il buon funzionamento delle difese immunitarie dei più piccoli: come per gli adulti, una dieta sana e varia aiuta le difese dell’organismo a funzionare al meglio. Sulla tavola non dovrebbero mai mancare alimenti ricchi di antiossidanti come la vitamina C, importantissima per potenziare le difese dell’organismo, e la vitamina E, che aiuta a neutralizzare i radicali liberi. Anche gli oligoelementi – come selenio, zinco e rame – sono indispensabili nella routine alimentare dei bambini, perché hanno una funzione importante nel mantenimento dell’efficienza del sistema difensivo.

Quali sono quindi i cibi da non far mai mancare sulla tavola dei più piccoli? Primi tra tutti frutta e verdura, ma anche pesce e olio d’oliva. Via libera anche ai cibi probiotici – come yogurt e formaggi – che aiutano l’equilibrio dell’intestino e, di riflesso, la salute generale di tutto l’organismo.

Alimentazione, ma non solo: per preservare le difese immunitarie dei bambini (e degli adulti) è importante seguire alcune semplici regole quotidiane, come lavare spesso le mani col sapone e cambiare spesso l’aria nelle stanze, aprendo la finestra per qualche minuto almeno ogni 2-3 ore. Anche dormire il numero giusto di ore è utile per prevenire le malattie: secondo gli ultimi dati della National Sleep Foundation, un bambino di 3-5 anni dovrebbe dormire ogni giorno in media 10-13 ore. I bambini più grandi (6-13 anni) hanno invece bisogno di 9-11 ore di riposo.