Pesce

I dieci nutrienti che non devono mai mancare nel piatto per essere felici e per mantenere una corretta salute mentale.

La depressione si combatte anche a tavola. Per evitare che la carenza di alcuni alimenti possa mettere a dura prova il nostro cervello, nel piatto non devono mai mancare dieci nutrienti, tra cui omega 3, vitamine B, acido folico, amminoacidi, zinco, magnesio, iodio e ferro.


A fare benissimo alle cellule del cervello sono gli omega 3, acidi grassi essenziali che si trovano nei pesci grassi, nei tuorli d’uovo, nell‘olio di semi di lino, nelle noci e negli integratori alimentari. Le vitamine del gruppo B –  vitamine del gruppo B 6 e B12, in particolare – possono contribuire a ridurre il rischio di ictus, sostenere la crescita delle unghie e idratare la pelle, ma possono anche influenzare notevolmente gli stati d’animo. Per evitare che ciò avvenga bisogna fare scorta di frutti di mare, verdure a foglia verde, banane, prodotti di soia fortificati, crusca e carni rosse.


E poi c’è l’acido folico. In media, gli adulti dovrebbero assumerne 400 mcg al giorno. Gli alimenti che includono elevati livelli di acido folico sono fagioli cotti e lenticchie, spinaci, avocado, broccoli e frutti tropicali. Lo zinco è uno dei nutrienti valido per tutti gli usi che è necessario per mantenere la salute di quasi ogni parte del corpo. Tra tutti, bilancia la salute mentale. Ottime fonti di zinco sono carne di manzo magra cotta, germe di grano tostato, spinaci, semi di zucca e cioccolato fondente. Oltre allo zinco, non devono mai mancare in tavola anche il selenio – necessario per la mantenere la funzione della tiroide sana, e dunque anche il benessere mentale. Si trova in alimenti come semi di girasole, pane integrale, tonno, noci del Brasile, carne di maiale e ostriche – e il magnesio, anti stress naturale contenuto nella soia, nelle lenticchie, nei cereali integrali, nei latticini a basso contenuto di grassi, e nella frutta secca. Fondamentali per il benessere delle nostre cellule nervose anche la vitamina D e lo iodio. Per quanto riguarda la prima, via libera a pesce grasso, funghi portobello, olio di fegato di merluzzo e tofu.

Per lo iodio, che aiuta a rafforzare il sistema immunitario, le prestazioni del cervello, la memoria, a regolare la temperatura corporea e a mantenere la salute mentale, è necessario mangiare formaggisale arricchito con iodio, alghe secche, patate, mirtilli, tonno in scatola, bastoncini di pesce e gamberetti. Anche il ferro è importante, la sua carenza, infatti, può portare a un affaticamento del cervello. Per questo è bene mangiare cozze, vongole, noci, semi di zucca, prodotti di soia, fegato di pollo e frutta secca come anacardi e mandorle. Infine abbiamo gli aminoacidi, fondamentali per il mantenimento di uno stato di salute mentale. Purtroppo, ci sono nove aminoacidi che il nostro corpo non è in grado di produrre in modo naturale. Come molti altri nutrienti elencati sopra gli aminoacidi aiutano a bilanciare i neurotrasmettitori nel nostro cervello, e ridurre la paura, l’ansia, gli attacchi di panico, e lo stress. Buone fonti di amminoacidi comprendono uova, carne magra, latticini e fonti di proteine vegetali.