E-Bike

Chi usa regolarmente la bici elettrica gode di benefici cardiovascolari e fisici paragonabili a chi sceglie la bici tradizionale. A rivelarlo è uno studio dell’Università di Basilea condotto su 30 volontari sovrappeso e non allenati.

L’e-bike? Garantisce gli stessi vantaggi della bici tradizionale vantandone uno in più: quello di poter scegliere il livello di sforzo da esercitare. Una comodità non da poco per gli anziani o per chi, vivendo in montagna,  si trova a pedalare su strade caratterizzate da forti dislivelli. Se è vero, quindi, che esiste ancora chi storce il naso pensando di utilizzare una bici con la batteria, sono di più quelli che vedono in questo strumento ampi margini di crescita. Sì, perché usare la bicicletta elettrica è facile, conveniente, salutare e divertente. E soprattutto apporta numerosi benefici:

  • al cuore: il cuore diventa più forte e resistente alla fatica. Aumentando l’elasticità delle pareti di vene ed arterie, infatti, si consente al muscolo cardiaco di lavorare meno a parità di intensità dell’esercizio fisico.
  • ai polmoni: quando si pedala, aumentano le capacità polmonari e la funzionalità dei bronchi. Pedalando, infatti, non si tonificano solo i muscoli dell’apparato locomotore ma anche quelli intercostali.
  • alla massa grassa: l’e-bike consente di mantenere un ritmo costante, questo permette una diminuzione del grasso corporeo e un’attivazione della lipolisi (utilizzo dei grassi a scopo energetico). Per riuscire ad ottenere un dimagrimento efficace, basta fare uno sforzo leggero ma protratto per (minimo) 25 minuti.
  • ai muscoli: non tutti lo sanno, ma quando si va in bicicletta vengono coinvolti anche i muscoli delle braccia e gli addominali. Le prime in maniera leggera, gli addominali più intensamente perché servono per bilanciare il peso sull’e-bike.
  • alle articolazioni: l’e-bike consente di fare esercizio a basso impatto. È possibile iniziare gradualmente, lasciandosi aiutare dal motore e aumentare poi progressivamente, quando il livello di allenamento è superiore. Questo sistema permette alle articolazioni di non subire stress troppo eccessivi e lascia il tempo a muscoli, tendini e articolazioni di adattarsi agli stimoli.
  • alla mente: anche il benessere della mente subisce un netto miglioramento quando si utilizza la bicicletta. Pedalare aiuta a liberare le endorfine che, avendo proprietà analgesiche e ansiolitiche, intervengono nella regolazione del tono dell’umore e provocano un leggero effetto euforizzante.Inoltre, chi va in bicicletta aiuta a tenere in allenamento tutto il corpo e l’impegno fisico obbliga alla concentrazione, liberando la mente dai pensieri e dalle tensioni accumulate.