Pediluvio

I piedi danno l’impulso a tutto il nostro sistema circolatorio, per questo è fondamentale prendersene cura sempre, soprattutto adesso che le giornate calde hanno preso il sopravvento.
E quindi, via libera a pediluvi rigeneranti e auto massaggi per contribuire al riassorbimento di gonfiori ed eventuali ristagni di liquidi ma anche garantire benefici a tutto il corpo.

I piedi sono una delle parti più importanti del nostro corpo. Per questo bisogna prendersene cura sempre: d’inverno, quando li nascondiamo sotto i calzettoni e dentro gli stivali e d’estate, quando li esponiamo alle belle giornate con sandali e scarpe aperte. Tra le soluzioni per ricompensarli di tutta la fatica giornaliera, il pediluvio è sicuramente una delle migliori. Si tratta di un rituale di relax e benessere che puoi fare direttamente a casa tua, apportando benefici anche a tutto l’organismo.

Noi ti consigliamo tre pediluvi rigeneranti da eseguire due o tre volte alla settimana.

1.Pediluvio ad alta concentrazione salina
Praticato da millenni per donare sollievo ai piedi, il pediluvio a concentrazione salina è il più noto di tutti.

Come farlo:
Riempire una bacinella con acqua calda (38°C).
Versare un cucchiaio di sale grosso da cucina (o sali del Mar Morto o sali termali).
Restare in ammollo per 20 minuti.

Perché fa bene?
Drena i liquidi, detossina e tonifica la mente.

2.Pediluvio con alghe
Le alghe hanno potenti proprietà detox. Ecco quali utilizzare per un pediluvio rigenerante: la “Laminaria digitata”, la “Fucus vesiculosus” e la “kombu”. Si tratta di tre tipologie di alghe ricchissime di iodio, vitamine e oligoelementi con notevoli quantità di acido aliginico.

Come farlo:
Riempire una bacinella con acqua calda (38°C).
Versare una delle tre tipologie di alghe scelte.
Restare in ammollo per 20 minuti.

Perché fa bene:
Stimola la circolazione sanguigna e migliora l’ossigenazione cellulare.

3.Pediluvio alternanza caldo e freddo
Il pediluvio può diventare ancora più efficace, per circolazione e stanchezza, se si alterna ad acqua calda e fredda.

Come farlo:
Appena terminata l’immersione in acqua calda, riempire una bacinella con 20-30 cm di acqua fredda (20-22°C max).
Calpestare energicamente il fondo della bacinella.I piedi devono stare in ammollo per 1-2 minuti massimo.

Perché fa bene:
Migliora l’effetto detox del pediluvio e dona una sferzata alla circolazione venosa.

Consiglio:
Ogni pediluvio rigenerante si può concludere con un automassaggio: basta iniziare dalla punta delle dita con tocchi delicati e proseguire con movimenti un po’ più energici verso la caviglia.

Scopri di piùInnovia-Semi d’uva

L’integratore alimentare non è un sostitutivo di uno stile di vita sano. Ricordati di consultare sempre il tuo medico di base.